Strage di via d’Amelio, Legambiente ricorda Borsellino


In occasione del triste anniversario della Strage di Via D’Amelio del 19 luglio 1992 nel quale persero la vita il magistrato italiano Paolo Borsellino e i cinque agenti di scorta Agostino Catalano, Emanuela Loi (prima donna a far parte di una scorta e anche prima donna della Polizia di Stato a cadere in servizio,  Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, il circolo Legambiente Pisco Montano intende dare un segno della nostra vicinanza a tutta la famiglia Borsellino e si radunerà intorno all’Albero di Falcone al Parco del Montuno. 

Ci saranno letture dei brani più importanti dei discorsi di Paolo Borsellino con particolare riferimento all’ultimo discorso prima della sua barbara uccisione e verranno letti estratti della storica sentenza del processo sulla Trattativa Stato-Mafia del 20 aprile  2018, ricordando che la Strage di Via D’Amelio è stata oggetto di uno dei più gravi depistaggi della storia della Repubblica (come affermato nella ultima sentenza del Processo Borsellino quater). Inoltre verranno poste ancora una volta “le tredici domande allo Stato” della figlia del Giudice Fiammetta Borsellino. Sarà brevemente illustrato anche il rapporto ECOMAFIE 2019 appena pubblicato da Legambiente, a cura dell’Osservatorio Ambiente e Legalita’, con particolare riferimento ai dati del Lazio e della nostra provincia.

Sarà presente la Dott.ssa Loretta Cardarelli, referente provinciale MOVIMENTO AGENDE ROSSE -Gruppo ‘Rita Atria ‘-Provincia di Latina. Evento del Circolo aperto a tutta la cittadinanza.

Share this post