Taekwondo Fenice da urlo al Kim&Liù e all’Olympic dream cup


“La Grande Bellezza” della Fenice di Borgo Hermada al Kim&Liù e all’Olympic Dream Cup. La 14^ edizione del Kim&Liù, il più grande torneo internazionale di combattimento riservato ai bambini dai 6 agli 11 anni, si è svolto lo scorso weekend presso il “Villaggio del Taekwondo” allestito nel Foro Italico di Roma, in contemporanea con il World Gran Prix 2019, torneo mondiale che assegna punti utili all’accesso ai giochi olimpici di Tokio 2020,  a cui seguiva l’Olympic Dream Cup, gara nazionale a squadre regionali delle categorie Cadetti A, junior e senior. Nell’incanto del Foro Italico  il torneo Kim&Liù, promosso e organizzato magnificamente dalla Fita-Wt (Federazione Italiana Taekwondo), ha visto misurarsi 2000 piccoli atleti tesserati per 185 società sportive. Il Direttore Tecnico della Fenice Simone Longarini, coadiuvato dal coach Leonardo Longarini, ha schierato 15 atleti: 7 nei cadetti B e 8 negli esordienti A. Il bilancio finale vede la conquista di 3 ori, 3 argenti e 1 bronzo. Nella prima giornata d’incontri sono state conquistate 2 medaglie d’argento con i cadetti Mandatori Samuele e Senesi Diego. Nella seconda giornata d’incontri hanno vinto l’oro per gli esordienti Parisella Aurora, D’Auria Francesco e Mazzocchi Alessio, l’argento Fia Gianni e il bronzo Mazzocchi Tommaso. Nonostante abbiano disputato grandi match, si sono fermati ai piedi del podio Zappone Andrea, Piroli Davide, De Bonis Martina, Sperlonga Raoul, Nocera Filippo, Tamangi Riccardo, Silvagni Riccardo e Rolfini Giulia. Altre affermazioni prestigiose sono arrivate dall’Olympic Dream Cup, vinta per il secondo anno consecutivo dalla Regione Lazio, in cui erano impegnati i cadetti A Flavia Macchione – campionessa italiana in carica nella categoria – 41 Kg – e il campione laziale Cormons Edison Andres nella categoria -33 kg. La portacolori della Fenice Flavia Macchione bissava il titolo italiano conquistando l’oro esprimendo un Taekwondo raffinato quanto efficace nel cogliere le opportunità, vero e proprio marchio di fabbrica. Cormons Edison Andres, invece, si è dovuto accontentare della medaglia di bronzo bloccato in semifinale dal vincitore della categoria e campione italiano in carica della Calabria. Dopo le gare la gioia del Direttore Tecnico della Fenice Simone Longarini: ” Portare a casa un bottino complessivo di 4 ori, 3 argenti e 2 bronzi è un risultato eccellente che ci riempie di gioia e orgoglio. Il Kim&Liù e l’Olympic Dream Cup sono i tornei più competitivi nel panorama delle gare nazionali e internazionali che si disputano in Italia. Sono tornei che vedono partecipare i migliori interpreti giovanili della disciplina. I match sono stati impegnativi sia per il livello tecnico/tattico dei competitor sia sotto l’aspetto fisico per l’alto numero di combattimenti ravvicinati che hanno dovuto sostenere per raggiungere il podio. I ragazzi della Fenice sono stati eccezionali. Lo si è visto sui tatami: sono stati protagonisti oltre i risultati! I successi ottenuti raccontano la loro passione, il duro lavoro profuso in questi mesi in palestra. Un’ulteriore prova di crescita, poi, proviene dagli atleti della sede distaccata della Fenice presso Il centro sportivo Alpha Wonder Trainer di D’Alessio Ester di Borgo Vodice, con l’oro dei già citati Mazzocchi Alessio, l’argento di Fia Gianni e il bronzo di Mazzocchi Tommaso. E, dopo i dovuti festeggiamenti, i ragazzi sono attesi in palestra per riprendere gli allenamenti in vista degli Internazionali “Grecia Salentina” di Martano (LE) del 5/6 e 7 luglio che vanno a chiudere la stagione agonistica alla metà di luglio Si ringraziano i genitori dei ragazzi per il supporto  e il gran tifo, ha concluso Longarini. Un altro sentito ringraziamento va alla Dirigente Scolastica Maria Laura Cecere, al Vicario Erasmo Spinosa, alla Prof, Giovanni Bellina e a tutto in personale docente e non docente del’Istituto Comprensivo “Alfredo Fiorini” di Borgo Hermada nella cui palestra si svolge l’attività sportiva.

Share this post