Taekwondo, i bimbi della Fenice danno spettacolo al Foro Italico


Grande affermazione per la Fenice di Borgo Hermada alla 13esima edizione del Kim&Liù. Il torneo internazionale di Taekwondo riservato ai bambini dai 6 agli 11 anni si è svolto lo scorso weekend a Roma nel parco del Foro Italico, trasformato nel “Villaggio del Taekwondo”, in contemporanea con il World Gran Prix 2018, torneo mondiale che assegna punti validi per l’accesso ai Giochi Olimpici di Tokio 2020, a cui seguiva l’Olympic Dream Cup, gara nazionale a squadre regionali dei cadetti e junior. In una cornice da sogno, la competizione promossa dalla Fita (Federazione Italiana Taekwondo) ha visto la partecipazione di 1110 piccoli atleti tesserati per 198 società sportive che si sono misurati sui tatami in spettacolari combattimenti, galvanizzati dalla presenza dei campioni mondiali e olimpici della disciplina.

A rappresentare la Fenice del Direttore Tecnico Simone Longarini, coadiuvato dal coach Leonardo Longarini, sono stati 15 atleti: 4 nei cadetti e 11 negli esordienti. Il bilancio finale vede la conquista di 5 medaglie di cui 4 d’oro e 1 d’argento. Nella categoria cadetti B ha vinto l’oro Giulia Senesi. Tra gli esordienti oro per Martina De Bonis, Zappone Andrea e Diego Senesi. L’argento l’ha conquistato Samuele Mandatori sempre negli esordienti. Non sono riusciti a salire sul podio per un soffio ma hanno ben figurato con le loro prove Edison Andres Cormons, Matteo Petrucci, Simone Lauretti, Tamangi Riccardo, Mazzocchi Alessio, Sperlonga Raoul, Piroli Davide, Fia Gianni, Mazzocchi Tommaso e Nocera Filippo. Soddisfazioni sono giunte anche dall’Olympic Dream Cup, vinta dalla Regione Lazio, in cui era impegnata Flavia Macchione. La portacolori della Fenice nella squadra regionale, infatti, ha vinto la medaglia di bronzo nella categoria – 37 kg cinture nere Cadetti. Questo il commento del D.T. della Fenice Simone Longarini al termine delle gare.

“Sono state affermazioni prestigiose in una cornice importante per il movimento del Taekwondo. Tutto si è incastrato magicamente: livello di gioco espresso, piacere delle sfide e risultati. I tatami del Foro Italico hanno visto i piccoli agonisti della Fenice combattere con il giusto spirito in perfetta sinergia con l’angolo. E hanno fatto al meglio delle loro possibilità quando gli è stato chiesto. Per l’appuntamento più importante dell’anno i ragazzi hanno lavorato sodo per centrare gli obiettivi di risultato e di prestazione. In tutti i numerosi match disputati per approdare in zona podio, oltre l’aspetto tecnico-tattico, a fare la differenza è stata la maggior freschezza atletica frutto del lavoro di un’intera stagione. Per i più grandi è stato l’ultimo Kim&Liù. Salutano la squadra con un bagaglio di vittorie ed esperienza importante. Dovranno di necessità proiettarsi verso la prossima stagione con rinnovato ottimismo. Li attendono nuove e stimolanti sfide nella categoria superiore per cui dovranno impegnarsi per essere pronti. Si ringraziano i genitori per il supporto e il gran tifo. Un altro sentito ringraziamento va alla Dirigente Scolastica Maria Laura Cecere, al Vicario Erasmo Spinosa, alla Prof. Giovanna Bellina e a tutto il personale docente e non docente dell’Istituto Comprensivo di Borgo Hermada nella cui palestra si svolge la nostra attività sportiva”.

Share this post