Tariffa puntuale sui rifiuti, Agenda 21 torna in pressing sul Comune


Tariffa puntuale sui rifiuti, se ne continua a parlare e il forum ambientalista di Agenda 21 chiede l’applicazione. Si tratta del passaggio dalla Tari alla Tarip, un passaggio che – secondo Agenda 21 – porterebbe gli utenti a responsabilizzarsi. «Dopo la Legge Regionale n. 12 del 2016 e il Decreto del Ministero dell’Amniente del 2017 – scrive Agenda 21 – con Deliberazione di Giunta Regionale n. 592 del 02/08/2019 è stato finalmente approvato anche il Piano Regionale dei Rifiuti 2019-2015. Si tratta di un atto importante che darà un forte impulso allo sviluppo sostenibile del Lazio e, in particolare, di Terracina, attraverso l’applicazione della Tariffa Puntuale (prevista entro il 2020 per tutti i comuni) e che si inserisce in una più generale e organica strategia di politica ambientale per la sostenibilità della città e del territorio, promossa e sostenuta dal Forum di Agenda 21 Locale e attuata dall’Amministrazione Comunale con le molte e diverse azioni concrete previste dal Programma di miglioramento ambientale fondato sul processo di Agenda 21. Un lavoro che va avanti da molti anni, insieme ad altre istituzioni, ma che coinvolge anche e soprattutto i cittadini, le associazioni e il tessuto produttivo: un’alleanza per affermare un modello di sviluppo basato sulla sostenibilità come grande occasione di crescita duratura. Le cinque grandi azioni previste nel Piano Regionale dei Rifiuti 2019-2025, con l’obiettivo di favorire il passaggio dall’economia lineare all’economia circolare, attraverso l’applicazione della Tariffa Puntuale quale strumento fondamentale di Piano, sono sostenute da un investimento di 57 milioni di euro nel prossimo triennio. È una sfida che il Comune di Terracina deve raccogliere subito e affrontare con coraggio, mettendo al centro della sua azione innanzitutto i cittadini, le famiglie e la comunità. È un invito, infine, che il Forum di Agenda 21 Locale rinnova con il proprio documento di proposta, elaborato, approvato e inviato agli organi comunali, certi del suo positivo accoglimento e come sempre disponibili alla collaborazione istituzionale».

Share this post