Teatro romano e chiesa del Purgatorio, incontro tecnico in Comune


Si è svolta ieri, presso la Sala Giunta del Comune di Terracina, una riunione su due progetti che interessano il Centro Storico alto della nostra città: il primo riguardante il recupero e restauro dell’area archeologica del Teatro Romano; il secondo, inerente l’adeguamento sismico e la messa in sicurezza della Chiesa del Purgatorio. Presenti, oltre a consiglieri e giunta, l’ingegner Corrado Costantino (dirigente Dipartimento Lavori Pubblici), il delegato della Soprintendenza ai Beni Culturali, Architettura e Paesaggio Francesco Di Mario con il collaboratore Massimo Vicari, l’ingegner Marco Iannozzi, del gruppo di progettazione, e il suo collaboratore Salvatore D’Ambrosi. Per quanto concerne l’area archeologica del Teatro Romano, si è proceduto con un approfondimento della situazione dei lavori, che si articoleranno in due fasi: la prima riguarda la rimozione delle superfetazioni presenti nell’area della cavea e del proscenio, la seconda prevede il restauro funzionale dell’infrastruttura di epoca repubblicana. Tale operazione è finanziata dal Ministero per i Beni Culturali con un contributo di circa 2 milioni di euro. L’avvio dei lavori, a cura della Soprintendenza stessa, è previsto entro quest’estate. Quanto all’edificio della Chiesa del Purgatorio, il progetto illustrato oggi nelle sue caratteristiche tecniche prevede il consolidamento della struttura e la sua messa insicurezza secondo le più recenti normative antisismiche, con l’aggiunta del restauro del frontone. Anche questo progetto è finanziato dal Ministero per i Beni Culturali, per un importo di circa 800mila euro. I tempi per il bando di gara per l’aggiudicazione dei lavori dovrebbero essere, indicativamente, di un mese e mezzo.

Share this post