Teatro romano, va avanti l’iter per riportare alla luce la struttura


scavi al Teatro Romano di Terracina. Anxur Time

Prosegue l’iter per riportare alla luce e rendere il più possibile fruibile il teatro romano. Gli scavi in piazza Municipio riprenderanno, nonostante le pratiche abbiano subito un lieve rallentamento nei giorni scorsi anche a causa del decesso improvviso e prematuro del soprintendente ai beni archeologici Saverio Urciuoli. Col funzionario, il Comune stava definendo gli ultimi atti per autorizzare la demolizione dell’immobile che insiste sull’area. Opera necessaria, questa, per avviare l’escavo. Come si ricorderà, il Comune ha già acquistato il fabbricato per poterlo poi buttare giù, liberare l’area e procedere. C’è un programma di massima da rispettare, anche per il finanziamento di due milioni di euro che l’ente ha ottenuto dal Ministero dei Beni culturali.

I tempi, finalmente si vede la conclusione dell’iter

Oltre a circa 400mila euro dovrebbero essere destinati alla demolizione e messa in sicurezza dell’area. Stando ai piani dell’ente, la demolizione dovrebbe concludersi entro il 2018. Nell’anno successivo, invece, il lavoro di scavo dell’antico teatro. Insomma, per quella che si prefigura come la più importante testimonianza archeologica di Terracina insieme al Tempio di Giove Anxur, si può davvero cominciare a sognare.

Share this post