Telecamere contro gli incendi, rogo avvistato in diretta e sventato


Nel pomeriggio di venerdì 17 agosto, alle 16,30 circa, i volontari della Protezione Civile Comunale, dal punto di osservazione di Monte Sant’Angelo a loro assegnato nell’ambito del sistema di sorveglianza antincendio, hanno avvistato un pericoloso focolaio sviluppatosi nell’area sottostante la Madonna di Monte Leano in seguito alla caduta a terra di due fulmini.

L’allerta lanciato ha immediatamente attivato i Vigili del Fuoco intervenuti sul posto con un’autobotte e un Lander. Successivamente, a seguito delle difficoltà riscontrate nello spegnimento dell’incendio a causa delle mutate condizioni del vento, è stato necessario l’ausilio di un elicottero, sempre dei Vigili del Fuoco, che ha effettuato oltre 10 lanci di acqua per domare definitivamente le fiamme sviluppatesi in un’area di 50 metri quadrati. Sul posto anche alcuni volontari della Protezione Civile Comunale guidati dal responsabile Silviano Valenti, coordinata da quella regionale, a coadiuvare le operazioni di spegnimento, operazioni portate a termine alle 21,20. Intervento impegnativo, ma che ha evitato danni maggiori alla vegetazione e pericoli per persone e cose. Nelle occasioni finora sperimentate, ha funzionato il sistema di sorveglianza allestito nelle scorse settimane dal Comune di Terracina grazie all’impegno di numerose associazioni locali e della Protezione Civile Comunale, un’iniziativa che vuole rappresentare sia un deterrente contro gli atti criminali sia una pronta risposta contro la minaccia del fuoco provocata dalla mano dell’uomo o degli agenti atmosferici

Share this post