Telecamere per prevenire i roghi estivi, ok al progetto


incendio Camporosiano. Anxur Time

Videosorveglianza e software specialistici in grado di rilevare automaticamente la presenza di focolai e principi d’incendio: la giunta approva il piano. La tecnologia fornirà un supporto operativo importantissimo alle forze dell’ordine e ai vigili del fuoco. Tra le zone indicate, e che finora non sono rientrate nei progetti del Comune, c’è un’area considerata dalla giunta comunale ad alto rischio, e cioè quella all’incrocio fra via Scifelle e via Ponte di Ferro. Un punto strategico, sottolinea la giunta del sindaco Nicola Procaccini nella delibera appena approvata, perché «consente una visuale abbastanza ampia della zona montana antistante». In effetti quel fazzoletto di territorio, come riportato nel piano Aib (antincendio boschivo) della Regione Lazio, presenta un indice di rischio alto. Previsione confermata dai numerosi roghi sviluppatisi nelle montagne circostanti anche nella scorsa estate. 

La postazione di rilevamento, così come progettato, permetterà di sottoporre a controllo un’ampia zona anche mediante la generazione di immagini panoramiche e rilevamenti automatici. I dispositivi possono essere controllati anche da remoto in una sala operativa. La spesa complessiva è pari a 43mila euro.

Share this post