Telecamere e sensori di calore per prevenire gli incendi, il progetto


Occhi elettronici in arrivo per prevenire gli incendi. L’annuncio è arrivato dall’assessore all’Ambiente Emanuela Zappone che sta collaborando col consigliere delegato alla smart city Maurizio Casabona. Nei giorni scorsi si è svolto un incontro per confrontarsi con i dirigenti del principale operatore telefonico nazionale e di un’affermata società che lavora nel settore della videosorveglianza ambientale.

Il faccia a faccia fa seguito ad altri appuntamenti già avuti in precedenza e durante i quali l’amministrazione comunale ha potuto vedere da vicino una dimostrazione pratica di videosorveglianza di importanti siti archeologici e ambientali. Controlli effettuati in combinazione fra telecamera e sensore di calore. Una soluzione, questa, che amplia notevolmente la possibilità di prevenzione, di intervento rapido e di repressione del fenomeno «odioso» degli incendi, come l’ha definito l’assessore Zappone. Questo sistema consente inoltre di garantire un controllo accurato del patrimonio boschivo. Ora il Comune sta studiando la soluzione ottimale e percorribile per tutelare le colline terracinesi e i suoi residenti.

Share this post