Terracina e-trail challenge, successo per l’iniziativa


Sentieri per lo più rocciosi e particolarmente tecnici che si snodano su verdeggianti colline con affacci mozzafiato su mare e lago. E’ stata questa la cornice ideale per la gara dedicata alle mountain bike a pedalata assistita che si è svolta a Terracina (LT) domenica 12 maggio e che ha assegnato il titolo Nazionale Csain Open categoria E-Trail. Gara unica nel suo genere nell’Italia del Centro Sud in cui i coraggiosi ragazzi della locale ASD “Terracina Network Trails” hanno fortemente creduto e che a dispetto dei numeri apparentemente esigui si è rivelata una gara ricca di colpi di scena, dall’elevatissimo livello tecnico sia per il percorso che per gli atleti presenti come giustamente impone una gara di livello nazionale.

Titolo Nazionale E-Trail Open Csain assegnato a Stefano Chiri della Asd Six Inch, un atleta prestigioso, uno dei protagonisti del panorama ciclistico amatoriale nazionale e autore sul magazine online Mtb Cult, secondo classificato Teodoro Rofrano del Team Fristads Mondraker Comes; i due già da tempo stanno sperimentando le potenzialità di queste aggressivissime mountain bike a pedalata assistita ed hanno accolto con interesse e curiosità la proposta dei ragazzi di Terracina. Terzo posto assoluto conquistato da Pietro Mariorenzi del Team Bikextreme Racing Team, un altro atleta già molto conosciuto nel settore enduristico regionale che ha approfittato della gara per testare per la prima volta una mountain bike elettrica. Non sono mancati purtroppo i problemi meccanici e le forature che hanno fortemente penalizzato un concorrente e costretto al ritiro altri due. Un gruppo di atleti eterogeneo ma accomunato da elevatissime abilità tecniche: era proprio questo l’identikit del rider a cui l’associazione organizzatrice ha pensato quando ha ideato il percorso.

In totale 19 i km previsti dal percorso studiato specificamente per mountain bike dallo stile enduristico (biammortizzate dalle generose escursioni ma pedalabili). Sudore e tanta fatica sullo sterrato in gara. La prima prova speciale è relativamente breve, in salita, su fondo tecnico caratterizzato da lastroni di roccia resi insidiosi dalla pioggia caduta in mattinata e da tornanti ciechi. Questa ha messo a dura prova i concorrenti che durante il trasferimento hanno avuto modo di recuperare le energie da spendere sui lunghissimi 6 km della successiva seconda prova speciale. Una seconda prova con un primo tratto di nuovo in salita di circa 2,5 km di sottobosco con fondo misto di terra e rocce che non lascia respiro e poi una seconda parte in discesa con inizio tranquillo in bosco che si getta poi a capofitto sul tratto finale, 600 interminabili metri in cui dominatrice assoluta è la roccia, fissa e a gradoni. Con le braccia doloranti ma con il sorriso sul volto i concorrenti hanno chiuso la gara esprimendo soddisfazione per aver raccolto ed onorato la sfida lanciata dagli organizzatori.

Ad accoglierli al traguardo la musica curata da Anxur Festival e lo spettacolo di street trial dei bravissimi ragazzi del Team MyFlyZone Bikepark di Roma che hanno attratto e fatto divertire il pubblico presente in piazza. Una bellissima giornata di sport e divertimento come probabilmente non se ne sono mai organizzate. Un ringraziamento da parte degli organizzatori va agli uffici comunali, in particolar modo all’ufficio Sport e Turismo e all’ufficio Viabilità, all’assessore alla Cultura e al Turismo Barbara Cerilli sempre pronta a recepire e ad incentivare istanze innovative come questa e all’assessore all’Ambiente Emanuela Zappone. Un grazie speciale – fa sapere Patrizia Campagna, presidente dell’Asd Terracina network trails e referente nazionale E-trail/Csain ciclismo – al Parco Naturale Regionale Monti Ausoni e Lago di Fondi per aver concesso di percorrere il meraviglioso sentiero nr.3 e al dott. Francesco Di Mario archeologo della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio.

Grazie alla Croce Azzurra Sabaudia per il servizio sanitario e all’Associazione Nazionale Polizia di Stato per il servizio di sicurezza. Grazie ai tanti amici e collaboratori racchiusi in una lunga ed intima lista. Grazie all’EPS CSAIn per aver accompagnato l’associazione Terracina Network Trails nel debutto in questo innovativo percorso dell’Ente. Inoltre un sentito grazie per la fiducia a Csainciclismo, Biagio Nicola Saccoccio, Loreto Grimaldi, Cicli Tornesi, Dolci Peccati Pasticceria Caffetteria Winebar, Bar Eden Prossedi, Double3, Dea Bici Fondi, Caffè Pascucci, Cicli Zicchieri, Bar Wonderwall, Anxur Festival, Tuttociclo Pignataro Interamna, Bar Tabacchi Caffe’ 85, Visit Terracina, Formula Noxon PMP Bike Teodoro Rofrano, Myflyzone-bikepark.

 

Share this post