Terracina a misura di anziano? I sindacati chiedono un incontro con l’amministrazione comunale


“In considerazione del fatto che Terracina stenta a divenire una città a misura di anziani considerando altresì che il suo indice di invecchiamento è superiore alla media nazionale per cui non sono più rinviabili strutture e servizi ad hoc – scrivono in una nota i Segretari di SPI/CGIL Lino Bucci, di FNP/CISL Doriano Recchia e di UIL/UILP Silviano Masci – chiediamo un incontro con l’Amministrazione Comunale di Terracina per affrontare e risolvere una serie di problemi a tutt’oggi ancora inspiegabilmente irrisolti.
Il riferimento è, per fare alcuni esempi, a segnalazioni stradali inesistenti oppure in tanti casi invisibili, ad incroci con semafori inesistenti o malfunzionanti , a strade piene di buche ed a marciapiedi impraticabili, alla mancanza di fontanelle e bagni pubblici maggiormente in luoghi strategici quale, un esempio per tutti, al Polo Trasporti laddove non esistono delle informazioni accessibili circa gli orari degli autobus comunali e non (COTRAL e CIALONE). Orari di difficilissima lettura ed interpretazione per persone giovani figuriamo per coloro che hanno problemi di vista e non in condizione di navigare su internet per ovvi motivi. Problema questo serissimo visto che in tanti sono costretti a spostarsi per motivi di salute.
Si aggiunga a tutto ciò il fatto che ci sono zone della città completamente al buio o male illuminate cosa questa che rappresenta un pericolo per la sicurezza e l’integrità fisiche della popolazione anziana già di per se molto fragile.
Vogliamo confrontarci sulla sanità e su alcuni servizi ormai indispensabili quale ad esempio un numero verde per teleassistenza di cui necessitano le persone sole che ormai sono tantissime ma anche su tematiche di carattere sociale e sarà la giusta occasione, vista la vastità dei temi, per richiedere l’istituzione di una Consulta per Anziani esistente e già funzionante in tantissimi Comuni Italiani molto attenti a soggetti da noi rappresentati e che sicuramente può rappresentare un valido supporto all’Amministraione.
Ciò premesso si auspica una convocazione in tempi brevi per un confronto che ci auguriamo sereno, costruttivo e pieno di soluzioni concrete e doverose nei confronti di tutti quei cittadini segnati da una lunga vita lavorativa”.

Share this post