Terracina, tappa nazionale dello street workout


Molto più di un evento. Domenica scorsa piazze, strade e vicoli del nostro centro storico si sono trasformati in un palestra a cielo aperto grazie all’iniziativa promossa da Antonio Vallone in collaborazione con gli ideatori romani dello Street Workout. Oltre una sessantina i partecipanti che si sono messi alla prova sfidando il proprio corpo con squat, plank, burpees, push up e decine di altri esercizi che caratterizzano il sempre più praticato allenamento funzionale.


Un’occasione in cui lo sport ha incontrato l’arte e la cultura cittadina consentendo di esplorare la città da un’altra prospettiva. Un percorso di cinque chilometri tra salite e discese alternate a stazioni di allenamento nelle sei piazze più caratteristiche del nostro centro storico: da Piazza Domitilla al piazzale dell’Ospedale Vecchio, ai gradoni contigui a Porta Romana per passare poi alla scalinata antistante la Chiesa del Purgatorio fino a raggiungere Piazza Assorati per concludere così in Piazza del Municipio.
L’entusiasmo e la meraviglia di chi ha partecipato si mischiavano allo stupore e curiosità di passanti e turisti che ammiravano compiaciuti la novità della giornata.È stato l’omaggio ad una città e alla sua storia, è stata l’esaltazione di un’eredità artistica e culturale a fare da palcoscenico a questa prima edizione dello Street Workout Terracina perché domani, in fondo, ci sarà ancora un’altra esperienza da vivere.
L’iniziativa è stata realizzata anche grazie all’importante collaborazione di Macron che ha regalato a tutti i partecipanti una t-shirt ricordo dell’evento, e di alcune attività commerciali e non, del centro storico, quali Little Italy Tours, Bottega Domitilla e l’Associazione Demetra.
La riuscita dell’evento e l’entusiasmo di tutti i partecipanti ha già messo in moto gli organizzatori per portare presto a Terracina la seconda edizione dello street workout.

Share this post