Tornado in centro: una vittima e nove feriti, cento sfollati. Procaccini: «Come una bomba»


La macchina dei soccorsi non si è fermata per tutta la notte. Ininterrottamente, per ore, il suono delle motoseghe e le luci dei mezzi e delle ruspe hanno riempito il silenzio del centro cittadino. In azione vigili del fuoco, forze dell’ordine, volontari dei gruppi di protezione civile. Il centro cittadino, si diceva: devastato, raso al suolo. Scene apocalittiche, con decine di alberi sdraiati sul margine della strada, macchine distrutte e case inagibili. Il Comune di Terracina ha diramato il bilancio ufficiale dei danni alle persone: una vittima, un ferito in codice giallo e otto in codice verde. Nessuno – precisa la nota – desta preoccupazioni. La situazione è drammatica, il tornado di lunedì pomeriggio ha colpito al cuore la città. Si parla di oltre cento sfollati, persone a cui la tromba d’aria ha danneggiato pesantemente l’abitazione, soprattutto nel centro storico alto. Grazie alla centrale operativa allestita all’ex tribunale di via dei Volsci, a tutti è stata trovata una sistemazione presso le strutture ricettive della città. 

Il sindaco Nicola Procaccini

Il sindaco Nicola Procaccini ha trascorso la notte in strada e pochi minuti fa è stato intervistato da una troupe di Rai Uno intervenuta sul posto. «E’ stato un qualcosa che non dimenticheremo mai. Una bomba ha attraversato la città. Ci vorranno anni per tornare a una situazione di normalità».

Share this post