“Trail in miniera” a Priverno. Ancora protagonista l’ASD Podistica Terracina


ASD PODISTICA TERRACINA. TRAI IL MINIERA PRIVERNO. ANXUR TIME

È stata tutt’altro che facile la corsa disputata dai ragazzi della “Podistica Terracina” lungo il suggestivo scenario delle cave privernati. A sfidare le montagnole di sabbia finissima – molto simili a dune sahariane – sono stati tre fra gli uomini di punta del presidente Pagliaroli, che non nasconde la soddisfazione per la bella risposta degli atleti.

Uno straordinario Vincenzo Di Girolamo – indiscusso dominatore della propria categoria – ha sfruttato al massimo la sua spiccata attitudine per le gare su sterrato, partendo subito forte e spendendosi al massimo per tutti i 39 minuti impiegati: davvero pochi vista l’asperità del fondo. Il giovane campione ha via via sbaragliato la concorrenza dei numerosi avversari, riuscendo a portare a casa anche un quarto posto assoluto che, senza dubbio, va oltre il suo semplice valore nominale.

Vincenzo Di Girolamo, ASD PODISTICA TERRACINA. ANXUR TIME

Vincenzo Di Girolamo

 

Un Giustino Altobelli in versione rally si è aggiudicato il secondo posto di categoria, sfoderando una prestazione davvero impressionante. I suoi progressi, che nella stagione ancora in corso lo hanno già accreditato tra i migliori, lo fanno certamente ambire al gradino più alto del podio, ma le difficoltà di un percorso così insidioso, questa volta, gli hanno impedito di riprendersi la testa della corsa e di aggiungere un’altra tacca alla sua collezione di successi.

Risultati di rilievo anche per il fortissimo Matteo Cimaroli, protagonista di un’eccellente gara condotta alla sua maniera – con forza e caparbietà – e chiusa, al termine di un’entusiasmante galoppata, in settima posizione di categoria.

“Questa squadra – commenta il presidente Egidio Pagliaroli – custodisce qualcosa di speciale; un ideale integro e puro; un valore autentico che dà profondità alla piattezza della comune cultura agonistica: è lo spirito sportivo! I nostri atleti non gareggiano per coppe o medaglie né per la speranza di un ritorno economico. Loro corrono per passione e l’unico premio che desiderano, in realtà, non ha prezzo! Infatti – conclude parafrasando Jovanotti – tutto il denaro del mondo non vale un grammo della loro adrenalina!”.

 

 

Share this post