Trasporto scolastico, Zappone replica: «Volontà di soddisfare le famiglie»


“Il trasporto degli alunni delle scuole comunali è sempre stato oggetto di particolare attenzione di questa Amministrazione. Le modifiche apportate per due volte in otto mesi al Regolamento per il Trasporto Scolastico, testimoniano la volontà di adeguarlo alle esigenze dei bambini e delle famiglie e sono frutto del monitoraggio che l’Assessorato e gli Uffici afferenti continuano ad effettuare sul servizio”. Con queste parole l’assessore al Trasporto Pubblico, Emanuela Zappone, commenta l’iniziativa dei due consiglieri di opposizione, Valentina Berti e Ilaria Marangoni, che hanno voluto verificare, dati alla mano, l’efficienza e il corretto svolgimento del servizio. “Lo dico con sincero apprezzamento: ben vengano iniziative come quelle di Berti e Marangoni, da sempre attente a tali tematiche, perché rappresenta un modo costruttivo di fare opposizione e tutelare gli interessi della comunità. Ribadisco quanto ho già avuto modo di dire recentemente: il nostro intento è quello di garantire il servizio a tutti i ragazzi di Terracina che frequentano le nostre scuole comunali e non lasciare a piedi nessuno. Nella stesura del nuovo regolamento siamo andati anche oltre questo obbligo di legge perché abbiamo voluto estendere il diritto al trasporto anche a quegli alunni che vivono il disagio di frequentare una scuola più lontana dalla residenza, fino al termine del ciclo di studi in corso. Grazie al lavoro serrato e puntuale dei nostri Uffici – conclude l’assessore -, stiamo continuando ad accettare le domande per consentire la fruizione di questa opportunità in virtù della volontà di sostenere le famiglie interessate. A questo scopo è stata esplicitamente prevista nel Regolamento la possibilità di valutare ogni singolo caso. Sento di dover ringraziare il consigliere Davide Di Leo, Presidente della VII Commissione, per il suo valido supporto su queste e su altre attività dell’assessorato attraverso un continuo impegno nella ricerca di soluzioni insieme ai colleghi consiglieri e agli Uffici Comunali”.

Share this post