Tromba d’aria in campagna, riconosciuta la calamità naturale


maltempo foce sisto. anxur time

Tre mesi fa la tromba d’aria che ha colpito la campagna a nord di Terracina, oggi la svolta nelle pratiche per ottenere il riconoscimento dello stato di calamità naturale. È un passaggio decisivo perché consente di aprire le porte al risarcimento dei danni subiti da residenti, agricoltori e allevatori.

Il sindaco Nicola Procaccini ha voluto ringraziare l’associazione geometri di Terracina e gli uffici comunali per il lavoro svolto. «Ma ora bisogna accelerare per le procedure burocratiche» ha precisato. «Questo è un risultato che premia la mobilitazione generale messa in atto, già nelle prime ore successive agli eventi». L’iter non è concluso. Bisogna ancora portare avanti le procedure tecniche in modo da disporre in tempi brevi delle risorse necessarie.

Il Comune di Terracina garantisce fin da ora il sostegno ai cittadini danneggiati. «Anche in questa fase – affermano l’assessore all’Urbanistica Pierpaolo Marcuzzi e il collega ai Lavori pubblici Luca Caringi – l’amministrazione forniranno assistenza e sorveglianza come fatto in sede di presentazione dell’istanza di riconoscimento della calamità naturale».

Share this post