Turismo tutte le stagioni, nuove regole per la Tari


bandiera blu

Favorire la destagionalizzazione del turismo attraverso la modifica del regolamento della Tari, la tassa sui rifiuti. Passa la proposta del gruppo politico di maggioranza “SìAmoTerracina”. L’iniziativa è rivolta ad attività alberghiere e stagionali in genere. A illustrare la novità nei dettagli è il coordinatore del movimento politico Giovanni Vogrig.

«Oggi – spiega – nonostante le potenzialità turistiche della città, le attività stagionali restano aperte al massimo sei mesi l’anno». Si concentrano cioè nella stagione balneare, in estate, anche perché negli altri mesi dell’anno non c’è mercato. Nel senso che la domanda è poco appetibile e si rischia di avere più remissione che guadagno.

«In queste condizioni – prosegue Vogrig – Terracina viene praticamente ignorata dai tour operator ed esclusa da qualunque circuito turistico». Eppure il turismo deve essere alla base dell’economia cittadina. Come risolvere il problema? Tra i punti da affrontare c’era proprio la Tari. «Con la modifica introdotta dalla proposta votata in commissione – spiega il coordinatore di SìAmoTerracina – la stagionalità viene portata a 8 mesi anche non continuativi, come prevede la legge regionale, e la tariffa Tari beneficia di uno sconto del 40% sull’annualità della parte variabile».

Gli esercizi stagionali avranno quindi a disposizione uno strumento che consentirà loro di configurare i propri periodi di apertura con estrema flessibilità: prolungando la propria stagione estiva, ma anche prevedendo aperture invernali, per esempio nel periodo natalizio, senza per questo aggiungere penalizzazioni economiche derivanti da una tassazione penalizzante.

Per concludere Vogrig intende ringraziare per il supporto gli assessori al Bilancio e al Commercio Danilo Zomparelli e Gianni Percoco.

Share this post