Ufficio anagrafe, i sindacati all’attacco: «Subito un incontro col Comune»


Dopo le tante proteste degli utenti per le condizioni dell’anagrafe di Terracina, ora arrivano anche le lamentele dei sindacati Cgil e Cisl che chiedono un incontro all’amministrazione comunale. L’obiettivo è quello di arrivare a un accordo sulle condizioni di lavoro degli impiegati e, allo stesso tempo, a un miglioramento del servizio. I sindacati si schierano dalla parte degli utenti costretti a «subire il disagio di attendere per avere un servizio a loro dovuto: certificati e carte di identità» oltre che con i dipendenti comunali «che da anni vedono ridurre il numero dei colleghi». La prima questione riguarda il personale in servizio. Sempre meno, visto che negli ultimi anni il personale è passato da nove a cinque impiegati. E nei prossimi mesi la situazione andrà peggiorando per il pensionamento di altri dipendenti. Nel mirino di Cgil e Cisl la «assenza di programmazione in merito alle sostituzioni o alla mobilità interna sta sottoponendo i lavoratori ad uno stress senza pari, costretti ad operare tra carichi di lavoro insostenibili e pressione continua da parte dei cittadini. Per questo chiediamo un incontro con l’Amministrazione comunale».

Share this post