UN ANNO DI LAVORO PER IL DIRETTIVO DELL’A.G.P.T


L’A.G.P.T. ( Associazione Geometri Professionisti di Terracina),  col nuovo gruppo direttivo, composto dal Presidente Candido Luzzi, il Vicepresidente Marco Veglianti, il Tesoriere Marco Quattrociocchi ed i consiglieri Daniele Sacchetti, Mauro Scarabello, Stefano Zannella e Guglielmo Bottoni, aggiorna i propri strumenti partendo proprio dallo statuto, integrando nuovi scopi sociali e allargando la possibilità di adesione anche a professionisti di diverso titolo.

Ha inoltre intrapreso iniziative inerenti corsi di formazione professionale e parallelamente ha fortificato le basi per un diretto confronto con l’Amministrazione Comunale.

“E’ stato infatti organizzato e svolto un  seminario sulla  “eco- sostenibilità e risparmio energetico nel recupero e conservazione degli edifici”, organizzato a Luglio 2015,  ed avviato un corso di 80 ore in e-learning “abilitante” per la certificazione energetica degli edifici, tuttora in corso di erogazione – si legge nella nota del gruppo –  Ottenuta poi  la disponibilità dei tecnici e del dirigente dello Sportello Unico per l’Edilizia,  l’AGPT si è resa attiva nell’evidenziare osservazioni di carattere collettivo riguardanti le norme per la monetizzazione degli standard urbanistici.

Ha  suggerito la regolamentazione per l’ordine di ricevimento dei professionisti  ed impostato dibattiti costruttivi sulle modifiche o redazioni di regolamenti locali, come per esempio la proposta di revisione dei diritti di segreteria in ambito edilizio oltre ad affrontare problematiche inerenti l’espletamento delle pratiche di condono edilizio e viabilità.

Settori quiescenti in questi ultimi anni, ma fondamentali per  favorire lo sviluppo di nuove iniziative edilizie private.

L’AGPT conferma ancor più la propria presenza sul territorio, ponendosi come strumento di comunicazione e confronto, ma anche come supporto alle Amministrazioni pubbliche locali,  a tutela dei diritti e fabbisogni per i professionisti iscritti,  favorendo un corretto sviluppo socio/economico”.

Share this post