Un riconoscimento per Alessio Sartori e Camilla Sanguigni


alessio sartori. anxur time

Domani pomeriggio, alle 17.00 presso l’Aula Consiliare del Comune di Terracina, il Sindaco, il Presidente del Consiglio, il delegato allo Sport, gli Assessori e i Consiglieri tutti, consegneranno un riconoscimento a due sportivi terracinesi che hanno contribuito a nobilitare il nome della Città di Terracina nelle rispettive discipline. Si tratta di Alessio Sartori e Camilla Sanguigni.

Il primo, è stato un’autentica leggenda del canottaggio Mondiale, avendo preso parte a ben cinque Olimpiadi e vincendo una medaglia d’oro a Sidney 2000, un bronzo ad Atene 2004 e un argento a Londra 2014. Solo per un soffio non ha partecipato alle Olimpiadi di Rio de Janeiro. Numerosi i successi ai Campionati Mondiali, in Coppa del Mondo, Campionati Europei e italiani.

Appeso il remo al “chiodo”, Alessio si sta dedicando alle giovani promesse del canottaggio delle Fiamme Gialle dove già stanno facendo mirabilie i figli Matteo e Leonardo e il nipote Jacopo.

Il Presidente del Consiglio Gianfranco Sciscione gli consegnerà una targa a testimonianza della sua onorevole e luminosa carriera.

Il secondo riconoscimento andrà alla 15enne pallavolista Camilla Sanguigni della Futura Terracina che fra pochi giorni partirà alla volta di Modena per vestire la gloriosa casacca della Liu Jo, società di Serie A1 femminile. Un grande salto nel volley d’elite per quest’atleta che ha vinto diversi Campionati giovanili e di serie con la sua squadra di Club, preso parte a due edizioni del Torneo delle Province e al Trofeo delle Regioni 2016.

Camilla Sanguigni al CQR. Anxur time

Camilla Sanguigni

Le sue prestazioni hanno attirato l’attenzione degli addetti ai lavori. Nel mese di luglio ha sostenuto un provino con la Lui Jo Modena, convincendo subito lo staff tecnico a farle la proposta di trasferimento, che lei ha subito accettato.

Il Presidente del Consiglio Gianfranco Sciscione gli consegnerà una targa, per augurarle una carriera di successo.

Quella di domani doveva essere soprattutto la giornata di Matteo Lodo, recente medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Rio de Janeiro nel 4 senza, ma il 21enne delle Fiamme Gialle, appena rientrato dal Brasile, è partito subito alla volta di Rotterdam dove è in programma il Mondiale di canottaggio Under 23.

Il giusto tributo a questo talento del canottaggio Mondiale, dunque, è rimandato solo di qualche giorno, non appena ritornerà dall’Olanda.

 

 

Share this post