Una mostra ricordando Pier Paolo Pasolini


Mostra su Pier Paolo Pasolini. Anxur Time

Domani  nello storico vicolo Rappini sarà allestita dalla Fidapa di Terracina la III Edizione della  mostra di artisti “Pasolini e vicolo Rappini tra pescatori e mare, alla scoperta dei tanti volti di Terracina”.

La mostra prende spunto dal racconto  “Terracina” di Pier Paolo Pasolini, dove lo scrittore-sceneggiatore ha soggiornato per alcuni mesi a metà anni ’50.

Pier Paolo Pasolini, Anxur Time

Quando si trovava a Terracina Pasolini raggiungeva i pescatori al porto alle prime luci dell’alba quando rientravano con le lampare, dopo la notte trascorsa in mare aperto. Puntualmente lui stava sempre là e rimaneva ad osservarli mentre sbarcavano e portavano il pesce a terra. Il racconto inizialmente doveva far parte del romanzo “Ragazzi di vita”, ma fu scartato dall’autore e trovò spazio nelle “Storie della città di Dio”, raccolta di prose pasoliniane uscita postuma a cura di Walter Siti nel 1995.

“Terracina” racconta di due adolescenti, Luciano e Marcello; che con un sotterfugio si procurano due biciclette per arrivare nella cittadina del sud pontino con una gran voglia di mare.

Pier Paolo Pasolini a Vicolo Rappini(Terracina). Anxur Time

E’ la storia di un idillio marino che, attraverso un’attenta descrizione degli attrezzi e delle varie procedure marinaresche, esprime una grande stima per il mestiere del pescatore e rende soprattutto conto della tremenda forza di attrazione del mare Mediterraneo e dell’incanto che ne prova in primo luogo Luciano, alias Pasolini.

Il racconto fu pubblicato a puntate e con tagli sul quotidiano di Taranto “La Voce del Popolo”, il 7, 14,21, 28 luglio e 4 agosto 1951. Nella sua interezza uscì poi postumo nella raccolta Storie della città di Dio, a cura di Walter Siti (Einaudi 1995, pp.39-65) e oggi compare anche nel volume dei Meridiani Mondadori (Romanzi e racconti, vol. I, pp. 775-797),  dove è datato come scritto del 1950.

Una targa accanto alla porta della casa di vicolo Rappini,  dove ha vissuto lo scrittore, ricorda quell’episodio.

La mostra “Pasolini e vicolo Rappini tra pescatori e mare”,  promossa dalla Fidapa di Terracina, con il Patrocinio del Comune di Terracina, con il coinvolgimento degli abitanti dello storico vicolo e dei pescatori della nostra città,  è una raccolta di opere di artiste e artisti  di Terracina e dintorni, espressioni artistiche di varia natura ispirate al mare di Terracina, al mondo della pesca, con uno sguardo alla storia e alle bellezze della nostra città e si avvale  anche in questa edizione dell’estro e della competenza dell’Architetto Giustino Cacciotti.

Pier Paolo Pasolini a Vicolo Rappini(Terracina). Anxur Time

Pier Paolo Pasolini a Vicolo Rappini

Questa terza edizione,  che prevede un Bando di partecipazione, il cui tema è: ”L’arte come rappresentazione della vita quotidiana  dei pescatori e il loro mondo, con uno sguardo ai tanti volti di Terracina”, vuole ancora una volta dare voce alle espressioni creative di artiste e da quest’anno anche di artisti, ricordando l’amore del grande scrittore per la nostra città  e   in modo particolare per il mondo dei pescatori, il loro duro lavoro, la  vita semplice di un vicolo popolare,  in una cornice di favola tra cielo e mare e la storia e le bellezze artistiche e paesaggistiche di Terracina.

Quest’anno è stato introdotto anche un Premio alla memoria della  Prof.ssa Teresa Briganti,  recentemente scomparsa. Teresa Briganti, Vicepresidente della Sezione Fidapa di Terracina,  donna di Cultura e di Impegno Sociale, è stata l’ideatrice  e la fautrice appassionata di questa Mostra nata nel 2013.

 

 

Pier Paolo Pasolini a Vicolo Rappini(Terracina). Anxur Time

Vicolo Rappini

La mostra si articola in una serie di Eventi:

·        Esposizione  nel vicolo delle opere realizzate sul tema indicato. Le opere presentate sono di Pittura, Scultura, Fotografia, Poesia/Racconto, Decoro-Design

·        Lettura di Poesie e Racconti con la nostra brava  Catia Mosa e accompagnamento musicale

·        Consegna del Premio “Teresa Briganti” all’opera di Pittura, Fotografia, Scultura/Design che riscuoterà il maggior consenso dei visitatori invitati a votare

·        Musica nel vicolo: Andrea Del Monte, cantautore di Latina, vincitore del Premio della Critica del Cantagiro di Calabria, alla chitarra canta “Supplica a mia madre” di  Pasolini, il suo ultimo singolo di successo

·        Sfilata nel vicolo: “Un Regno di Plastica”- Performance di e con la nostra  brava Stefania Romagna (Art Space Autoproduzioni-Riciclo/Riuso)

 

La mostra viene esposta nel vicolo Rappini  sabato 4 luglio 2015 dalle ore 17,30 alle ore 24,00.

Share this post