Utilizzo delle aree demaniali marittime, workshop con gli esperti


bandiera blu

Terracina, workshop fra Amministrazione Comunale, operatori balneari, Capitaneria di Porto e funzionari Regione Lazio sull’utilizzo delle aree demaniali marittime per finalità turistico-ricreative. Il sindaco Procaccini: “Terracina è la seconda città del Lazio per numero di concessioni balneari. Grazie al dipartimento regionale per la disponibilità manifestata nei confronti della nostra città”.

Si è svolto questa mattina presso la Sala Consiliare del Comune di Terracina un workshop sull’utilizzo delle aree demaniali marittime per finalità turistico-ricreative. Presenti all’incontro il sindaco Nicola Procaccini, l’assessore comunale al Demanio Gianni Percoco, il vicecomandante della Capitaneria di Porto di Terracina, dottor Ferrara, i rappresentanti della Regione Lazio – Area Economia del Mare Grazia Maria Iadarola, Renato Loreti, Elena Leoni (promotrice dell’Albo delle Concessioni) e Silvia Gentile, il dirigente del settore Turismo Giancarlo De Simone, il segretario comunale Grazia Trabucco, il consigliere comunale Valentino Giuliani (per LazioInnova) e i rappresentanti di Sindacato Balneari, Ascom e Campeggiatori.

Nel corso del workshop, la dottoressa Iadarola ha enunciato sinteticamente quanto avvenuto negli ultimi anni, con il riordino delle normative in materia di affidamento in concessione e in convenzione dei tratti di spiaggia libera agli operatori balneari che ne facessero richiesta alle istituzioni, provvedendo poi a illustrare all’Amministrazione Comunale, al vicecomandante della Capitaneria di Porto e ai rappresentanti degli operatori balneari la ratio delle disposizioni contenute nel Regolamento Regionale n. 19 del 12 agosto 2016 e nelle successive integrazioni. Tale regolamento, infatti, stabilisce i requisiti e le caratteristiche delle diverse tipologie di utilizzazione delle aree demaniali marittime per finalità turistico ricreative e detta disposizioni al fine di garantire la tutela delle suddette aree nell’ambito dei Piani di Utilizzazione degli Arenili (PUA) di competenza comunale e di eventuali strumenti urbanistici attuativi.

Un incontro molto proficuo, che ha visto una totale interazione fra Amministrazione Comunale, Capitaneria di Porto, rappresentanti degli operatori e funzionari della Regione Lazio, i quali hanno esposto con grande chiarezza i contenuti del dispositivo n.19/2016, provvedendo a dissipare eventuali dubbi espressi nei quesiti a loro rivolti dai soggetti intervenuti. Sono state ampiamente fornite tutte le delucidazioni sull’affidamento in concessione e in convenzione dei tratti di arenile libero e sui requisiti necessari alla fornitura dei servizi necessari a garantire ai bagnanti la fruizione delle spiagge libere in totale sicurezza: servizi igienici, cabine e spogliatoi, punti di ristoro, nonché l’utilizzo di apposito personale addetto alla sorveglianza e al salvataggio.

Il primo cittadino Procaccini esprime la sua soddisfazione: “Un incontro tecnico importante, perché la nostra città si sviluppa quasi interamente lungo il demanio marittimo e perché Terracina è la seconda città del Lazio per numero di concessioni balneari. Ringrazio dunque la dottoressa Iadarola e tutto il dipartimento regionale per aver accettato l’invito, oltre che per la disponibilità manifestata nei confronti della nostra città”.

Share this post