Verde urbano, mobilità ciclabile e area marina: le proposte di Agenda 21


Nuove proposte del Forum di Agenda 21 per la realizzazione di interventi di sostenibilità relativi al miglioramento e allo sviluppo del patrimonio pubblico del verde urbano, della mobilità ciclabile e dell’area marina protetta. Un documento è stato inviato al Comune per essere esaminato dagli uffici competenti.

Verde Urbano 

La Legge Regionale n. 9, del 14/08/2017, ha predisposto, con l’art. 16, appositi incentivi per la valorizzazione e la manutenzione delle aree verdi urbane da parte dei soggetti di cittadinanza affidatari e/o convenzionati. Successivamente, con la Deliberazione di Giunta Regionale n. 850, del 12/12/2017, sono stati approvati i criteri e le modalità per la ripartizione delle risorse finanziarie da assegnare (fino ad un massimo di euro 20.000 per ciascuna area verde pubblica), per lo schema di convenzione tipo da stipulare tra l’Ente Comunale e il soggetto affidatario e per la presentazione delle domande. Infine, con conseguenti Determinazioni, la Regione Lazio-Direzione Affari Istituzionali- Area Politiche per lo Sviluppo Socio-Economico dei Comuni, ha pubblicato (da marzo 2018 a luglio 2018), gli elenchi delle domande degli Enti ammessi e i relativi contributi concessi. 

Mobilità Ciclabile 

La Legge Regionale n.11, del 28/12/2017, riguardante “Disposizioni per favorire la mobilità nuova”e, in particolare, la mobilità ciclistica, ha stabilito la possibilità per i Comuni di ricevere contributi, agevolazioni e incentivi finanziari per il potenziamento della rete ciclo pedonale e l’aumento dell’uso della bicicletta, in una logica intermodale e di mobilità sostenibile. La Legge Nazionale n.2, dell’11/01/2018, concernente “Disposizioni per lo Sviluppo della Mobilità in Bicicletta e la Realizzazione della Rete Nazionale di Percorribilità Ciclistica”, ha predisposto le condizioni normative, tecniche e finanziarie per promuovere, anche nei Comuni, attraverso appositi contributi economici, la realizzazione di infrastrutture di mobilità ciclabile e di rete ciclabile quale componente fondamentale delle politiche di mobilità sostenibile delle città e dei territori. Sempre nel 2018, a seguito del Protocollo d’Intesa sottoscritto il 5 febbraio dall’ANCI, dall’Istituto per il Credito Sportivo e dalla Federazione Ciclistica Italiana, è stata avviata l’iniziativa denominata “Sulla Buona Strada. Comuni in Pista“ ed è stato contemporanea- mente emanato l’Avviso Pubblico per la concessione dei contributi in conto interessi sui mutui relativi alla realizzazione di piste ciclabili e reti ciclabili e le modalità di presentazione dei progetti destinatari delle agevolazioni previste. 

Area Marina Protetta 

Il Comune di Terracina, con Deliberazione di G.C. n. 391, del 17/10/2006, ha approva- to il progetto “Mare Nostrum” per la “Realizzazione di un’Area Marina Protetta di ripopolamento ittico nello specchio acqueo antistante il tratto di costa tra Badino e Terracina”; progetto finanziato dalla Regione Lazio e compiuto tra il 2007 e il 2012 (sia negli inter- venti previsti che nel monitoraggio) su una superficie di 25 ettari.  Il Comune di Terracina, con Deliberazione di G.C. n.38, del 17/02/2014, ha approvato il nuovo progetto “Mare Nostrum” per il “Completamento della Realizzazione di un’Area Marina Protetta di Ripopolamento Ittico nello specchio acqueo antistante il tratto di costa tra Porto Badino e Terracina”; progetto sempre finanziato dalla Regione Lazio e compiuto tra il 2014 e il 2016 (sia negli interventi previsti che nel monitoraggio) su una superficie protetta ampliata rispetto alla precedente, pari ad altri 25 ettari, portando la complessiva Area Marina Protetta a 50 ettari di superficie. 

Il Comune di Terracina, con Deliberazione di G.C. n. 44, del 19/02/2018, ha approvato il progetto dell’Università di Pisa – Centro di Ateneo Museo di Storia Naturale, finanziato sempre dalla Regione Lazio, relativo alla “Protezione e Ripristino della Biodiversità e degli Ecosistemi Marini e dei Regimi di Compensazione nell’Ambito di Attività di Pesca Sostenibili” e, in particolare, finalizzato a realizzare “Misure antipesca a tutela dell’ambiente marino delle zone marine realizzate nel Comune di Terracina, con i progetti Mare Nostrum e intervento per il ripristino dell’habitat compromesso dai resti delle reti di pesca che intralciano i reef artificiali”; progetto da compiere nel triennio 2018 – 2020 (sia negli interventi che nel monitoraggio) con l’obiettivo di creare l’Oasi Marina permanente del Golfo di Terracina. 

Per quanto sopra riportato, si chiede all’Amministrazione Comunale di avviare con urgenza le procedure necessarie per acquisire i benefici finanziari resi disponibili dalle norme e dagli strumenti richiamati al fine di: 

1) Valorizzare, migliorare e mantenere le aree verdi urbane e periurbane secondo criteri di sostenibiltà e di gestione ecosistemica. 

2) Migliorare e completare le attuali Piste Ciclabili comunali (pista di Via Lungolinea Pio VI, pista di Via Pantani da Basso, pista di Viale Circe); realizzare l’Anello Ciclabile e la Rete Ciclabile integrata e intermodale cittadina così come previsti nel Piano Quadro della Ciclabilità approvato dal Comune di Terracina con Deliberazione di G.C. n. 322, del 15/12/2014. 

3) Completare il progetto di Tutela dell’Area Marina Protetta e predisporre le condizioni amministrative per la creazione dell’Oasi Marina di Terracina attraverso l’approvazione di un’apposita deliberazione di indirizzo per la partecipazione al prossimo bando regionale. 

Share this post