Viaggio nella storia, festival culturale con CoopCulture


Tempio di Giove. Anxur Time

Un piccolo viaggio nella nostra storia che è molto più vicina di quello che immaginiamo”. Giordano Antonelli, violoncellista barocco di fama internazionale e cultore di musica antica, sintetizza così il Festival Anxur Mousikè & Memorie del Mediterraneo, organizzato da CoopCulture al tempio di Giove Anxur e di cui è direttore artistico. Il musicista torna così a Terracina, città nella quale ha radici la sua famiglia e lo fa per raccontare la storia di questo territorio che sente anche suo: “Sono legato alle terra più che alle pietre”, spiega lui che dopo il liceo a Latina ha girato il mondo. Lo aiuteranno nella narrazione, percussioni antiche e la lyra greca (la suonerà nel concerto del 10 agosto), le musiche arabo andaluse e quelle turco ottomane, per finire con le note del Cinquecento aragonese e una lettura teatrale su Giulia Gonzaga, accompagnata dalle musiche che la stessa bellissima nobildonna celebrata da Ludovico Ariosto, ascoltava. Cinque appuntamenti, a partire dal 6 e fino al 13 agosto, che sono un’immersione in una storia lontana che però ci racconta bene anche l’oggi.

“Stiamo facendo cultura a chilometro zero, cercando di restituire la memoria dei luoghi in cui abitiamo. Questo festival vuole far assaporare questa storia antica che poi è anche attuale, perché il Mediterraneo è sempre stato e continua ad essere fonte di continui flussi di popoli e di culture, come leggiamo tutti i giorni. Raccontiamo di come la musica unisca, laddove invece ci sono troppe divisioni”, dice Antonelli che su Radio Luna ha parlato del Festival Anxur Musikè

I concerti si terranno nell’area del Tempio di Giove dove si trovava l’oracolo e con il biglietto del concerto si ha diritto anche alla visita dell’area archeologica.

IL PROGRAMMA –  
MARTEDI’ 6 AGOSTO ore 22.00 NODI Canti, ritmi, polifonie della Magna Grecia MESUDì è vento, increspa le onde, spinge genti e barche, vicino, lontano, porta con sé profumi, colori, storie e parole. Evoca panni al sole, fa ombra sulle sedie, nei vicoli, dove il racconto prende vita, diventa suono, corre di voce in voce, di casa in casa. Le voci e i canti di Alessandra Di Magno, Claudia Ugenti ed Elisa Surace soffiano, si susseguono e si rincorrono per creare un caleidoscopio di note e immagini che ci restituisce l’idea di un mondo a noi ancora così vicino. Mesudi’ feat. Alessandro d’Alessandro, Organetto Elisa Surace, voce & chitarra Alessandra Di Magno, voce & percussioni Claudia Ugenti, voce & percussioni Simone Pulvano, percussioni

GIOVEDI’ 8 Agosto ore 21.00 SEFARAD Canti e racconti dalla Spagna Sefardita e Andalusa
Un viaggio attraverso storie popolari sefardite, intrecciate con la poetica del Zajal e la musica arabo-andalusa dello stile Muwashahat e della Nubat Al-Ala. Karkum Project è un Open Project incentrato nell’ambito della world music e delle arti visive legate alla cultura dei popoli del Mediterraneo. Karkum Project Giulia Tripoti, canto & percussioni Claudio Merico, Oud & Rebab Marco Iamele, flauti antichi e cornamuse

SABATO 10 Agosto ore 22.00 OTTOMANIA & ALBA MARYAM PROJECT La musica del mondo Ottomano Un programma di confine, uno strumento, la Lyra greca, per disegnare il suono del mare adriatico, esposto alle correnti dei grandi imperi del levante. Un Ensemble di musicisti straordinari, provenienti dalle diverse sponde del Mediterraneo, Grecia, Albania, Italia, per un viaggio su una Galea Veneziana alle porte di Istanbul. Musica Antiqua Latina Hersjana Matmuja (Albania), Canto Christos Barbas (Grecia), Canto & Ney Peppe Frana, Oud Giordano Antonelli, Lyra Greca Gianni La Marca, Basso di Viola

LUNEDI’ 12 & MARTEDI’ 13 Agosto ore 22.00 GIULIA GONZAGA & KHAIR AL-DIN BARBAROSSA NEL ‘500 ARAGONESE Storie Corsare tra Fondi e Terracina Un cuntastorie siciliano nel castello di Fondi, alla corte di Giulia Gonzaga. Storie di turchi, anime eretiche, drammi politici, follie mistiche, e della incursione ottomana del 1534 a Terracina. Canzoni e passacaglie rinascimentali dell’ensemble Ricercare Antico con  Catia Mosa, voce recitante Vittoria Giacobazzi, Canto Francesco Tomasi, Liuto Rinascimentale Matteo Magna, Percussioni Giordano Antonelli, Ribeca

Biglietto € 18,00 Ingresso e spettacolo Prenotazione obbligatoria al numero 06 39967950 www.terracinacultura.it

con il Patrocinio dell’Ambasciata di Grecia in Italia, della Regione Lazio, del Comune di Terracina

Share this post