Vittorio Marzullo e l’incompatibilità di Carla Amici


Carla Amici. Anxur Time
Vittorio Marzullo, consigliere comunale Sel. Anxur Time

Il consigliere Comunale di Terracina Vittorio Marzullo (Sel)

Carla Amici, direttrice dell’Azienda speciale, gestisce, tramite un incarico conferito dal presidente del consiglio d’amministrazione, la consulenza fiscale ed amministrativa dello stesso ente strumentale del Comune che si occupa dei servizi sociali a Terracina. Secondo il consigliere di Sel, Vittorio Marzullo, c’è un’incompatibilità tra le cariche.

Più volte il rappresentante di minoranza ha sollevato la situazione, ma ora è tornato alla carica citando un decreto legislativo dell’8 aprile che renderebbe inconciliabile le cariche. Marzullo si è rivolto con una lettera al segretario generale del Comune Marco Raponi, in qualità di responsabile della trasparenza e dell’anticorruzione. Il contratto di consulenza del lavoro  e fiscale è stato sottoscritto il 10 gennaio del 2011 tra la Amici e l’allora presidente Valerio Golfieri.

«Personalmente trovo poco elegante il fatto che Carla Amici anziché firmarsi quale consulente – contraente nel contratto stipulato per lei lo faccia in qualità di direttore generale dell’ufficio privato che rappresenta – spiega Marzullo – Chiedo al segretario di intervenire con la massima tempestività, spero due settimane, per verificare se ci siano i presupposti per dichiarare la Amici decaduta dall’incarico».

Le cifre del contratto? «A Carla Amici vengono erogate 19 mila euro per l’area consulenza del lavoro e un eventuale conguaglio a fine anno se ne ricorrono i presupposti. Mentre nella consulenza area contabile – fiscale è previsto un onorario annuale di ulteriori 12mila euro e anche qui un eventuale conguaglio per il supporto e l’assistenza contabile», conclude Marzullo.

Share this post