Vivicittà: Podistica Terracina ok


podistica terracina vivicittà. anxur time

Ancora nel segno dell’eccellenza la prestazione della “Podistica Terracina” nella “Vivicittà” di Latina: la più classica delle gare su strada. Grande soddisfazione, dunque, per gli atleti della storica società tirrenica e per l’instancabile presidente Egidio Pagliaroli, anche lui al seguito della selezione terracinese.
Sul tetto della propria categoria – numerosa ed agguerrita più che mai in questa 30^ edizione – Fabrizio Di Maio: atleta simbolo de llo “squadrone”. Nonostante la grande fatica e i tanti inconvenienti fisici di questa stagione, il “Guru” è riuscito nell’impresa, mettendo in fila i suoi inseguitori e chiudendo con un riscontro cronometrico di tutto rilievo.Piazza d’onore per Tonino Panno: podista di grande vitalità atletica, rispettato da tutti e molto temuto dai suoi diretti avversari.

Cornelio Pisa

Sul gradino più basso del podio un tris di assi: Roberto Del Bono, che ha saputo interpretare con lucidità e tenacia una gara non facile, chiusa peraltro al 21° posto tra gli assoluti; Emilio De Fabritiis, che ha subito trovato il ritmo giusto, poi incorniciato da un’entusiasmante galoppata finale; Agostino Maragoni, artefice e protagonista della solita prova di forza.

Una nota di merito per Cornelio Pisa. Il fuoriclasse terracinese, reduce dalla Maratona di Roma – dove ha partecipato insieme al compagno di squadra Valentino Masci, facendo peraltro registrare il pregevole tempo di 3:19 – ha ripreso alla grande il suo passo da mezzofondista, chiudendo la gara appena fuori dalla top-ten di categoria.
Sono riuscirti a disegnare una progressione perfetta anche Paolo Sessa, Raffaele Acanfora, Davide Di Vito e Denis D’Ammizio, giunti tutti in buona posizione generale e con un rendimento prestazionale ormai prossimo al salto qualitativo.

In campo femminile, una grintosa Valentina Cois – maratoneta esperta e per troppo tempo assente dal circuito agonistico – ha salutato alla grande il suo debutto con i colori della nuova squadra, scortata fino al traguardo da Pasquale Balzano: sempre attento e generoso quando si tratta di aiutare i compagni di squadra.
Le gerarchie sono già chiare – commenta asciutto il presidente Egidio Pagliaroli – e i prossimi impegni serviranno a consolidarle!

 

Share this post