I voti dei candidati di Terracina. Caringi record di preferenze, Pernarella sicura del seggio


Sono in corso i conteggi per definire i seggi in Consiglio regionale ma è già tempo di tirare le somme. Vincitori e vinti? Troppo presto per dirlo, sicuramente la tornata elettorale regionale ha dato delle risposte nette. La prima è che c’è stato in città un grande consenso per Luca Caringi, assessore ai Lavori pubblici e candidato dell’ultimo momento. Ha raggiunto 4.966 preferenze, tantissime ma forse non abbastanza per ottenere un seggio alla Pisana. Caringi ha trascinato FdI a essere il primo partito votato a Terracina. È stato il candidato più votato del partito di Giorgia Meloni in tutta la provincia.

L’altro candidato della maggioranza, il presidente del Consiglio Gianfranco Sciscione, ha ottenuto 2.626 preferenze, secondo nella lista Pirozzi. Forse attendeva di più dal voto. Sicuramente i due candidati della maggioranza pagano la divisione interna: una candidatura comune avrebbe fatto eleggere senza troppi problemi l’esponente del governo locale.

Buon risultato anche per Gaia Pernarella che, forte dei suoi 2.035 voti, è la prima per voti nel Movimento Cinque stelle in provincia pontina. Tornerà, quindi, alla Regione. Risultato di 1.424 voti, infine, per Gianluca Corradini che raccoglie le preferenze di Forza Italia.

Non è proprio una terracinese, ma ha comunque legami col territorio visto il suo ruolo di direttrice dell’Azienda Speciale, Carla Amici che nel Pd ha ottenuto la bellezza di 4.634 preferenze.

Share this post