Voti in Consiglio comunale, la Lega spiega la sua posizione


La Lega di Terracina torna sul Consiglio comunale dei giorni scorsi, quando la consigliera Fulvia Pisa ha espresso voti contrari o si è astenuta. È il coordinatore cittadino Giancarlo Zaratti a sintetizzare quanto accaduto e spiegare le motivazioni del comportamento del partito.  «Analizzando, l’approvazione del regolamento per l’installazione di dehors – si legge nella nota – noi ci siamo astenuti perché il non aver dato alcun limite di realizzo degli stessi sul suolo privato come invece previsto sul suolo pubblico, implica un trattamento iniquo e sperequativo che noi non intendiamo avallare». Altra questione, quella della viabilità. «Per quanto attiene l’approvazione della viabilità, relativa al prolungamento della pista ciclabile, al parcheggio multipiano ed altro, abbiamo votato contro perché nello stesso pacchetto c’è inserito il già contestato parcheggio di 280 posti macchine da realizzarsi al porto nella zona del “molo”, struttura da considerarsi devastante per il paesaggio, ora zona verde per manifestazioni estive e pericoloso in quanto l’ingresso ha una sola via d’accesso». Un discorso a parte riguarda invece l’area di sosta di via Stella Polare «che con qualche piccolo accorgimento renderebbe più fattibili le necessità dell’area portuale».

«Per il piano casa proposto da una ditta sulla strada provinciale San Felice Circeo – prosegue Zaratti – ci siamo astenuti  non per il cambio di destinazione da albergo a civili abitazioni ma per il fatto che non possiamo accettare lo sconto concesso sugli oneri di urbanizzazione a fronte di una acquisizione comunale di terreno prospiciente la struttura dedicata a parcheggio pubblico. Non si capisce l’utilità dello stesso in località strada San Felice Circeo». Su un aspetto la Lega ha votato a favore, trovandosi d’accordo con la maggioranza del sindaco Nicola Procaccini. E cioè per il mercato a km zero. «Che – prosegue la Lega – riteniamo un’utilissima iniziativa abbiamo votato a favore, non certo però da collocare in viale Europa dove il giovedì opera il mercato settimanale. Avevamo bensì cercato di proporre di considerarne la localizzazione presso la struttura del mercato coperto Arene che, con questa occasione, sarebbe potuta essere ristrutturata restituendo un necessario e giusto decoro al quartiere, oggi in abbandono. Una struttura situata in zona centrale e che, vista la tanto sofferta e sospirata uscita dal dissesto finanziario sbandierata dall’amministrazione, a nostro avviso, è doveroso il recupero per la collettività».

Si ribadisce quindi la ferma posizione «ad uno spirito collaborativo rispetto alle problematiche importanti della nostra città ma con la consapevolezza che ci sia partecipazione,  condivisione e trasparenza da parte di tutti, cosa che fino ad oggi non abbiamo riscontrato».

Share this post