Zeman passa al Colavolpe


Ancora un passo falso per il Terracina. Non si interrompe la crisi di risultati e quella societaria. I tigrotti perdono lo scontro diretto col Selargius di Karel Zeman, figlio Zdenek. Finisce come la gara d’andata, 2-1 per i sardi. Ancora protagonista Mannoni.
I tigrotti crollano dopo un buon primo tempo. «Avremmo meritato il vantaggio nei primi 45 minuti», afferma nel post partita mister Giuliano Farinelli. Terracina pericoloso con Ansalone e Flamini. Espulso Piselli al 37’ del primo tempo per un brutto fallo su Di Bartlomeo. I gol dei sardi portano la firma di Mannoni: entrambi su calcio da fermo. La prima marcatura a inizio ripresa con una punizione tagliata ma non irresistibile. La gara si chiude virtualmente quando il direttore di gara decreta un calcio di rigore per un fallo di Imbimbo su Chelo. Mannoni trasforma il penalty. Il Terracina rischia di capitolare altre volte ma nel recupero con Rondinelli trova il gol della bandiera.

TERRACINA – SELARGIUS 1-2 (0-0 pt)
TERRACINA: Imbimbo, Baldassarre, Ansalone, Botta, Benedetti, Giglio, Marfisi, Rondinelli, Di Bartolomeo, Flamini, Castaldi. A disp. Ferreri, Gurgui, Bispuri, Marconi, Salati, Bartolomeo, Marzano, De Santis, Romanelli. All. Farinelli
SELARGIUS: Forzati, Aramu, Sanna, Pudu, Piselli, Danieli, Cardia, Mannoni, Chelo, Petagine, Atzori. A disp. Matza, Contu, Squicciarini, Suella. All. Zeman
Reti: 7’ st, 21’ st rig. Mannoni, 47’ st Rondinelli
Note: espulso al 37’ pt Piselli; ammoniti Botta, Imbimbo, Di Bartlomeo, Castaldi, Forzati; corner 8 a 4 per il Selargius; spettatori 100 circa.

Share this post