Zicchieri: “Slogan della Tintari in contrasto con l’elettorato di centrodestra”


Francesco Zicchieri  (NCS) risponde alle dichiarazioni della vicesindaco Roberta Tintari con una nota che pubblichiamo integralmente. “Si continua ad andare avanti a suon di spot di finta carità cristiana e slogan di bassa opportunità politica. Non è una frase sensata dire “non abbiamo scelto noi dove nascere”, perché all’interno della nostra comunità e del nostro paese, ci sono molte persone che potrebbero rispondere di non aver scelto di lavorare una vita per non trovarsi una giusta pensione, o moltissimi giovani che non hanno scelto loro le modalità in cui il tessuto economico e lavorativo del paese è arrivato ad un livello imbarazzante di disoccupazione e di ingiustizia sociale. Ancora una volta si pronunciano frasi finte, contornate da un perbenismo di bassa qualità.

Sarebbe opportuno che l’assessore ricordasse, che la nostra città ha sempre avuto una ospitalità impeccabile nei confronti di tutti, a prescindere dal credo religioso, politico o dal colore della pelle.
L’ unica cosa che si è sempre chiesto e si continua a chiedere è l’accertamento quotidiano tramite censimento e controlli del territorio di chi davvero ha le carte in regola ed un comportamento civile per usufruire della nostra ospitalità.
Si continua a parlare di un progetto farsa e pieno di mezze verità, soprattutto nella parte riguardante la clausola di salvaguardia, dove già abbiamo ribadito più di una volta che essa non è certificato di nessuna sicurezza, ma che in caso di emergenza sociale , il prefetto può anche dopo l’approvazione allo SPRAR, continuare ad inviare nuove persone sul territorio stringendo accordi con il privato.

In ultimo vogliamo ricordare al Vicesindaco che lei è stata eletta all’interno di una coalizione di centrodestra, che a livello nazionale spinge per un cambio di rotta urgente per il paese, soprattutto nell’ambito che rigaurda l’accoglienza, e che quindi il suo ennesimo slogan non solo è delirante, ma anche in contrasto con la carica che Lei ricopre all’interno di una giunta comunale ed una maggioranza votata dagli elettori del centrodestra.

È quindi innegabile una sorta di stonatura tra la sua voglia incontrollata di accoglienza e la maggioranza politica di appartenenza, ed è inaccettabile una cosa del genere. Confido fortemente in una presa di posizione da parte degli amici di fratelli d’Italia, altrimenti sarò costretto a chiedere scusa al leader Salvini e soprattutto agli elettori per aver erroneamente aderito ad un coalizione che governa la città con linee guida e azioni degne del miglior centrosinistra che i cittadini hanno respinto alle elezioni”.

Share this post